L’Arancio Dolce è la sua Diffusione

Originario della Cina meridionale viene coltivato da quattromila anni e fù diffuso in India e nei Paesi limitrofi.

Riguardo la sua Introduzione c’è disaccordo tra gli studiosi, secondo alcuni sarebbero stati i Portoghesi ad introdurre questa piante e poi a diffonderla altri invece affermano che l’arancio dolce sarebbe arrivato in Europa molto prima grazie ai Genovesi.

oranges-60591_1280 (Small)

Appare dunque probabile che questa pianta abbia seguito due diverse vie.

In italia la sua diffusione parte dal centro meridione a nord del lazio dove il clima non era idoneo alla loro crescita e venivano quindi coltivati in contenitori di terracotta, tenendola all’aperto nella bella stagione per poi trasferirla in ripari in muratura durante il periodo invernale. L’arancio dolce giunse invece in Campania nel XVI secolo: aranceti di notevole importanza si svilupparono a Napoli, Sorrento e Amalfi.

Nel napoletano si prese l’abitudine di fermentare i fiori d’arancio, mescolandoli con zucchero e lievito di birra, ottenendo una bevanda che veniva bevuta come vino.

Nel Rinascimento insieme ad altri agrumi furono protagonisti di varie opere d’arte sia in pittura che in scultura e divennero grandi protagonisti nell’arte dei giardini.

E indubbi che attualmente l’arancio dolce costituisca l’agrume maggiormente coltivato al mondo. Le arance sono consumate principalmente come frutta fresca e l’utilizzazione per succhi, marmellate, è limitata ad una bassa percentuale della produzione annua

Check Also

erbamedica3

Erba medica

L’erba medica, o Medicago sativa, è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Fabaceae, ovvero ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *